Innamorati del territorio

Mondaro di Pezzaze 16-17-18 Giugno 2017: un tuffo nel passato per rievocare e celebrare il Medioevo: “Pezzaze 1318, l’Era degli Statuti”

Si è svolta, ormai da tre settimane, nella frazione di Mondaro, la seconda edizione della rievocazione storica nella quale sono stato piacevolmente coinvolto. Una vera e propria festa alla quale ha partecipato quasi tutto il paese, diviso in tre Confraternite: la Confraternita dei Galli, la Confraternita dei Lupi e la Famiglia de’ Grilli. Le contrade si sono contese l’agognato palio con giochi di forza, destrezza e abilità. In realtà la disputa è stata doppia con sfide e prove destinate a bambini con il palietto e il palio per gli adulti, tutti rigorosamente in costume storico.

 

 

Anche la frazione e il campo di gioco erano addobbati a dovere con arazzi e ed effigi cavalleresche, bancherelle evocative e non, arcieri e maestri d’arma che si sfidano a duello con profumi di succulente pietanze preparate a dovere presso lo stand gastronomico.

 

 

 

 

 

 

Dopo il Processo alla Strega inscenato presso il Palazzo Piotti a Lavone il venerdì sera, non so con che esisto non essendo stato presente, ma temo che la strega sia finita in malo modo, il sabato pomeriggio sono iniziate le gare in un clima gioioso per i bimbi e un po’ più accesso e non senza polemiche quando è toccato ai più grandi. Si sono susseguiti lanci di ceppo e di pietra, gare di forza con il “bastone stanco” e duelli in equilibrio su un tronco, palla corda e addirittura lotta nel fango per le donzelle. Tifo sfrenato e sano campanilismo.

 

 

 

La sera è stato il momento delle sfilate in costume e della gara di conquista, dove i Lupi si sono aggiudicati il primo posto sia per la più elegante bambina “medievale” che per la Dama di Compagnia più ingegnosa.

 

 

 

 

Il tutto è stato allietato dall’alternanza di sottofondi musicali con melodie tipiche di tamburi e cornamuse del gruppo I sonagli di Tagatam di Finale Ligure e dagli acrobati e giocolieri di Jannà Tampè , che la sera hanno regalato uno spettacolo pirico di grande effetto.

 

 

Il giorno seguente, mattinata culturale, accompagnando i blogger al Forno Fusorio di Tavernole e di seguito al Santuario della Madonna della Misericordia  di Pezzaze/Bovegno cosi non scontento nessuno vista la diatriba del passato circa la volontà della Vergine Maria di apprezzare più un comune dell’altro….

Di rientro a Pezzaze visita alla Torre Medievale e alla collezione etnografica I saperi della montagna Mestieri tradizionali e cultura materiale in alta Valle Trompia attraverso il racconto e la collezione di Costanzo Caim una controllatina agli spiedi e al loro stato di cottura e poi a tavola per testarne il sapore.

 

 

Non si può dire certo un pranzo d’atleta, visto che di lì a poco, avranno inizio le partite del calcio storico, sotto un sole battente, che però alla fine la Confraternitada dei Lupi, di cui faccio parte, riesce ad aggiudicarsi.

Se per il calcio spiedo e formaggio fuso non erano proprio indicati, hanno avuto buon gioco per le prove serali di tiro alla fune, dove servivano ancora energie. I vari scontri hanno messo a dura prova la fune che a un certo punto ha finito per spezzarsi lasciando tutti i contendenti a terra.

 

 

Terminate le gare, sfilata finale in costume e assegnazione del Mini Palio alla Confraternita dei Lupi mentre il “Palio 2017″ se l’è aggiudicato la Famiglia de’ Grilli. Complimenti a loro e a quanti si sono spesi per la riuscita di questo bell’evento, peccato per chi invece non ha voluto o potuto esserci.

 

 

Un arrivederci alla terza e conclusiva edizione del 2018, ma chissà, magari potrebbe divenire un appuntamento a cadenza fissa…

 

 

Da intruso ospite, concorrente e osservatore sarebbe proprio un peccato vanificare il grande lavoro sin qui fatto… pensateci!!

Damiano Codenotti

Ti è piaciuto questo articolo?
Sconti e offerte per te

Per il nostro territorio tu sei speciale

Scopri le offerte
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.